Nel garage

“Abbiamo iniziato nel garage, un piccolo garage dei miei genitori, buio, cupo, con l’elettricità instabile e un computer.”
Più o meno così iniziano le “grandi” interviste fatte ai “creatori” di qualche società ormai miliardaria.

Cazzate
Magari l’idea può esserti venuta nel garage mentre eri in uno sfrenato party, potresti persino aver comprato il dominio li, anche se mi chiedo perché lo devi fare nel garage e non in camera come tutti gli esseri normali, ma non puoi certo aver messo in piedi un sito che necessita di una banda e una quantità di memoria al di fuori dell’utilizzo casalingo… 
…Questa è l’apoteosi del sogno americano…
La possibilità di fare senza essere nessuno e senza avere niente… Peccato sia tutto falso…
Funziona più o meno così:
-Hai i soldi, scopri un qualche cosa di sconosciuto, ne vedi il potenziale e la compri.
-Hai l’idea, generi una beta (che non funziona perché ti mancano i soldi), crei un bellissimo business plan, vai alla ricerca di qualche fondo che ti dia i soldi e ti assista con qualche esperto in materia.
ma nel garage parcheggiaci la macchina
**Entra nel blog e clicca sul +1 di google per migliorare la mia posizione tra i risultati delle ricerche ;)**

2 Comments

  1. Avatar LuciusDay said:

    asognatore..:)

    26 agosto 2012

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.