Tre giorni fa, il mio computer decide di non ricaricarsi più. So che questa introduzione è degna di un romanzo horror… Quindi chiamo Eprice che mi fornisce il numero dell’assistenza clienti toshiba (895151).

Tolto il costo improponibile della chiamata alla toshiba, che si aggira sull’euro a minuto, assistenza clienti TOP! (Ok, dall’altra parte del telefono avevano uno preparato come me).
Mi hanno spedito a casa, gratiutamente, un nuovo alimentatore del pc in solo 2 giorni! E la cosa più sorprendente è che fosse incluso nella garanzia, considerando che solitamente alcune cose come cavi e batterie non sono coperte.

Il mondo è salvo, anche questa volta.

 

quotidianità

Nuovo acquisto, ed incredibile scoperta, è stato il forno a microonde.Forno a microonde

L’ho sempre snobbato per il “tanto se cucino, cucino per me”. In verità questa grande scoperta sta rivoluzionando, lentamente, il mio modo di cucinare o quanto meno il modo di sporcare le pentole!

Sto testando questo prodotto rivoluzionario (ok, magari per voi no, ma il sottoscritto lo trova alquanto futuristico) su diversi cibi e con ottimi risultati!

Il riso, che mangio spesso la sera, posso cuocerlo una volta sola e surgelarlo per poi “microonarlo” al momento del bisogno in un decimo del tempo e non sporcando…

La carne, se non secca (quindi con un po’ di sughetto), può subire lo stesso procedimento… Qualcosa di sorprendente! Dal congelatore alla tavola in 10 minuti! O, se surgelata, può essere scongelata in tempo lampo per essere cotta!

E poi è anche utile per utilizzare il cibo in eccesso, ad esempio ieri, ho fatto le polpette al sugo ed oggi a pranzo ho sfruttato 3 polpette per farmi la pasta! Ok, l’avrei fatto ugualmente, ma avrei sporcato una pentola….

Dovrò comprare nuovi contenitori in modo da variegare maggiormente il menu e cercare di capire come utilizzare in modo completo le funzionalità, ad esempio cottura a vapore e grill. Soprattutto dovrò comprendere come e quanto cucinare per poter poi riuscire a guadagnare tempo nei giorni più impegnativi.

Comincio a capire perché gli stranieri cucinano un solo giorno a settimana… ma non arriverò a questo.

#NonSiFinisceMaiDImparare

Ps il forno a microonde è un Samsung GW76VT e non ho trovato particolari difetti… Ok, non sono un esperto di forni ma sono un rompicoglioni.

quotidianità

Non ho avuto minimanente tempo di presentarvi UniAdvisor!

Una delle cose che mi ha sempre ispirato è la valutazione delle università.
In tutto il mondo esistono delle graduatorie che premiano le università e gli studenti migliori, cosa che non avviene in Italia, anche per via del “valore legale” della laurea che renderebbe questi sforzi vani.

Farò, se mi risponde Cineca (l’anagrafe degli studenti), un’analisi più approfondita riguardo i voti universitari, ma è chiaro, già dall’immagine, che se la media italiana è 108/110, senza distinzioni per ateneo. Esistono perciò problemi non da poco nel comprendere quali siano gli studenti meritevoli e quali no.voti laurea medi

Senza dilungarmi troppo torno alla questione UniAdvisor: è una piattaforma indipendente per la valutazione dei docenti e dei corsi di laurea che si basa sulle seguenti voci: Chiarezza spiegazioni, Materiale didattico, Disponibilità e Correzione compiti per quanto riguarda il Professore direttamente; Interesse argomenti, Difficoltà argomenti e Difficoltà esame per quanto lo interessa indirettamente e per comprendere meglio se inserire o no tale esame nel piano di studi (nel caso di esami a scelta).

Durante la valutazione (da 1 a 5) è possibile inserire un commento e il voto preso all’esame. Questo voto servirà per comprendere meglio la distribuzione dei voti ottenuti e standardizzarli.

Anche i voti dati ai docenti non hanno lo stesso peso, infatti questi verranno moltiplicati o smorzati da diversi fattori del votante come: Voti totali, like sul commento, like totali etc.

UniAdvisor è in beta sul Politecnico di Milano.

personale polimi

Per purissimo caso ho scoperto che la Nokia oggi ha presentato un nuovo prodotto: Nokia N1

Un tablet con un hardware niente male che gira con android 5.0. Qui potete trovare il sito originale con la descrizione perché non vorrei dilungarmi sulle caratteristiche tecniche. Giusto una nota: secondo me Apple se li inchiappetta perché il design è identico spiccicato all’ipad mini.

Quello che invece volevo dire riguarda il prodotto in generale e l’azienda.
Come sapete la Nokia è stata acquistata da microsoft, ma l’acquisizione ha riguardato la parte degli smartphone non tutto il marchio. L’azienda ha quindi sfruttato anni di know how in modo parallelo creando un tablet di tutto rispetto.
Ovviamente, come già successo anni fa, il managment è in ritardo di anni luce dal mercato..
140529-Smartphone-and-Tablet-Sales-Q1-2013-2014

Le vendite di tablet negli ultimi mesi si è quasi stabilizzata e la crescita del mercato è prossima allo 0.

La competizione tra gli operatori è alta e nei prossimi anni sarà ancora maggiore considerando che il mercato non aumenterà le proprie dimensioni.

Nokia per la seconda volta fa un errore tempistico non indifferente che potrebbe portare nuovamente l’azienda ad un tracollo finanziario e alla vendita delle divisioni restanti.

Forse i manager andrebbero rivisti.

Forse enterà nei libri come caso aziendale.

Sicuramente i nostri figli non conosceranno la NOKIA.

chartoftheday_2829_worldwide_mobile_device_sales_forecast_n

 

 

Senza categoria

Che bella l’Italia. Un paese meraviglioso, fatto di piccole cose che lo rendono unico.
Avete mai provato a prendere un biglietto del treno per una città piccola?

Allora prendere il biglietto è semplice oramai con internet o alle macchinette automatiche in 30 secondi si ha in mano il pezzo di carta… alcune volte trovate scritti gli orari, sempre la stazione di partenza e di arrivo. E qui arrivano le cose che mi fanno pensare che siamo un paese degno dei migliori! Se la stazione non è il capolinea, col cazzo che trovate un’indicazione su quale treno prendere!

Pensate di essere un turista con questo bel pezzetto di carta, dai colori molto moderni, con scritto Milano-> Cremona. Andate a guardare lo schermo delle partenze e non trovate una mazza, guardate il biglietto e non trovate nessuna indicazione su quale treno prendere… Praticamente siete obbligati a chiedere per sapere dove andare… Questo se non siete un cinese che non parla nessuna lingua al di fuori del mandarino.

Ma non sarebbe più normale indicare quale cavolo di linea prendere mettendo il nome del capolinea?!?

Una paese meraviglioso. L’Italia.

Senza categoria

Ogni giorno che passa qualcosa di vagamente tecnologico mi abbandona… Già da tempo il mio PC tenta di suicidarsi in qualche modo: Surriscaldamento della CPU (80° solo accendendolo) a tal punto che sono stato costretto ad aprire il portatile e cambiare la pasta termica per cercare di limitare il problema. Devo ammettere che l’effetto “motore di un idrovolante in calore” è stato quasi risolto e sopratutto molti programmi che prima andavano in crash ora riescono in qualche modo a stare a galla. Peccato che qualche settimana fa ha smesso di funzionare la R della tastiera… Ho già smontato e rimontato il tasto, furbetti, ma la cosa non sembra aver migliorato la situazione.
Quest’ultimo è proprio il motivo per cui alcuni post stanno tardando ad uscire (come il tour della toscana). Quando necessario faccio “copia” di una R e la “incollo” quando mi serve, ma se lo faccio sul blog il codice HTML prende una brutta piega e scrivere risulta molto più complesso. Per darvi un’idea ho “grassettato” le R.

Ma ovviamente non finisce qui! L’iphone ha ben deciso di morire… Puff, da un momento all’altro, morto… Per dovere di cronaca è risorto dopo 2 giorni, ma sono stati due giorni molto lunghi… mi sono ritrovato con un Samsung young con un android (il che già potrebbe bastare) 2.qualcosa (quindi figuratevi) e con uno schermo microscopico sul quale era impossibile scrivere una sola parola nel modo corretto. L’unica cosa che l’ha salvato è stata la possibilità di installare whatsapp e di ricevere le chiamate.

OK, forse devo aggiornare i miei potenti mezzi tecnologici.

 

quotidianità

Ho ricominciato dopo circa 8 mesi la palestra… Non potete capire quanto facciano male i muscoli, anzi più che i muscoli i tendini! Nonostante abbia usato pesi da puro secco, l’uso del muscolo per tutta la sua estensione ha comportato dolori notevoli, per l’esattezza sono quasi due giorni che la distensione delle baccia mi riesce solo a rallentatore…

ricominciare non è mai facile.

 

allenamento