“cappuccino”

La cosa che comincia a mancarmi di più dell’Inghilterra è quella schifezza immonda di “cappuccino”!

Non so bene il perché e come possa sentire il bisogno di quel “sano” bibitone dal sapore non decifrato con il quale ti svegli per via dell’usione provocata dal primo sorso (nei successivi non hai più le papille gustative e le terminazioni nervose. Leggende narrano che ci sia persino chi ha perso la lingua ma se n’è reso conto solo 2 giorni dopo quando ha provato a fare un palloncino con il chewingum…).

Sarà anche l’idea di un inverno senza quel coso di carta contenente “roba” bollente che ti scalda le mani e che tutto sommato esegue meglio questo compito che quello di bevanda simil-caffe.

Tutto sommato, spezzando una lancia a suo favore, ha il vantaggio che non potendosi zuccherare in nessun modo, (provateci a renderla più dolce!) non dovrebbe contenere molte kcal oltre a quelle dell’acqua sporca.

E poi volete mettere studiare con un litro di caffé!
**Entra nel blog e clicca sul +1 di google per migliorare la mia posizione tra i risultati delle ricerche ;)**

2 Comments

  1. Avatar LuciusDay said:

    Qua anche ne trovi a bizzeffe. Un giorno ok, due idem, al terzo *civil mode: off* bleah più diarrea.

    1 settembre 2012
  2. si si figurati, anche io dopo un paio di giorni volevo morire, però boh..

    1 settembre 2012

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.